FOTOGRAFA O VENDITRICE DI FILES?

 

SONO UNA FOTOGRAFA O UNA VENDITRICE DI FILE?

 

Vi racconto la mia E S P E R I E N Z A: In occasione del Battesimo di Ginevra, una domenica mattina mi presento a casa della famiglia  e nell’attesa che tutti fossero pronti per farsi fotografare, gironzolo da un punto all’altro della casa. All’improvviso m’imbatto su una tela appesa al muro che ritrae la piccola Ginevra quando aveva pochi giorni. Il Servizio fotografico era stato fatto nel mio studio sei mesi prima, e con i file che avevo consegnato ai genitori, era stata fatta stampare la tela.

Ho sentito un C O L P O al cuore. Non era l’immagine che ricordavo. In un solo attimo ho capito che tutto il mio lavoro accurato, sia nello scatto, che nella elaborazione era stato gettato via per colpa di una stampa mediocre, sicuramente venduta a buon mercato. Se quell’immagine fosse stata vista da un fotografo ? O da un intenditore? Come avrebbero giudicato quello scatto?

Ombre troppo P R O F O N D E

Incarnati troppo M A G E N T A

Colori  troppo  S A T U R I

Un vero D I S A S T R O.

La maggior parte dei clienti purtroppo, essendo profana in materia fotografica, non se ne rende conto, anzi trova la sua/mia  foto, fatta stampare da un Minilab o da un laboratorio online, così bella da appenderla su una parete della propria casa, come fosse  un’opera d’arte.

Ma l’occhio esperto di un fotografo si accorge subito che quell’immagine di un’ opera d’arte non ha proprio nulla.

 

So benissimo che questa scelta della clientela viene dettata dal risparmio,  circa il 50%  in meno di quanto spenderebbe presso il mio Studio. Ma la domanda è:  N E  V A L E  L A  P E N A ?  Vi assicuro no.

Se volete risparmiare su un qualcosa di così importante  come U N  P E Z Z O D E L L A  V O S T R A   S T O R I A, allora risparmiate dall’inizio, quindi anche sulla sessione fotografica, perché altrimenti non ha senso. È la stessa cosa di scegliere un bravo S T I L I S T A, perché amate le sue creazioni, e poi acquistate una S T O F F A mediocre per risparmiare.

 

Queste molteplici delusioni nel vedere le mie foto deturpate da una stampa mediocre e commerciale, mi hanno portato a prendere una decisione D R A S T I C A.

Tanta passione, lavoro, fatica per avere questi risultati?

Avere lo Studio sempre più pieno d’appuntamenti perché nei miei pacchetti offro i file stampabili?

Questo è quello che voglio? Dimenticare perché ho scelto questa professione?

Perché io ho scelto questo lavoro artistico perché amo le Fotografie, le Stampe, la Carta Fotografica…..

Quindi ho D E C I S O ! Preferisco avere meno clienti e poter dare di più a ognuno di loro.

Dal  2019 offrirò ai clienti, che si affideranno a me per una Sessione fotografica, la possibilità di scegliere fra  i vari scatti quelli che vorranno ricevere stampati, che sia su un album o su carta non importa, ma sicuramente non potranno acquistare i file, che verranno consegnati solo con la corrispettiva stampa.

“La S T A M P A  (P R O F E S S I O N A L E  o  F I N E  A R T) +  il File”

La Stampa professionale è l’epilogo di tutto il processo lavorativo, non importa se prima di darla al cliente dovrà essere stampata più volte finché non avrà raggiunto il massimo della sua potenzialità. Il mio Cliente ideale, avrà il Top.

Il mio Cliente, sarà colui che mi ha scelto perché si fida di me, che sa che voglio solo il meglio per lui, a cui piace la mia visione artistica, a cui sono simpatica, che quando viene nel mio Studio si sente a suo agio come se stesse a casa sua, che apprezzi i miei consigli quando lo rendo attento nella scelta dei materiali, che metta il mio tempo a disposizione per fargli vedere una simulazione di come starebbe una tela sulla parete della sua casa prima di fargli spendere dei soldi. Sa che questa sarà una scelta P R O F E S S I O N A L E e non C O M M E R C I A L E.

La mia professione mi piace perché racchiude tanti mestieri in uno:

Scenografia

Fotografia

Puericultura

Consulente

Styling

Grafica

Arredatrice

Stampatrice

Artista

e li amo tutti….

Sono sicura che anche questo mio nuovo percorso, porterà i miei clienti a conoscere meglio e apprezzare i vari aspetti della

F O T O G R A F I A.

Comunque per concludere una cosa è certa, il fotografo completa il suo lavoro quando consegna la fotografia, non il file. La stampa dell’immagine è la prova che il lavoro è stato fatto a regola d’arte. Il fotografo garantirà la professionalità della stampa destinata a durare più di quanto dureremo noi…..

…una stampa esposta vi  E M O Z I O N E R  À ogni volta che ci poserete gli occhi, senza dover accendere il computer e cercarla.

 

 

 

 

 

 

SOLO UN CANALE…PER NON FARMI IMPAZZIRE!

 

TROPPI CANALI PER UN SOLO CERVELLO…PIETÀ

 

Nel limite del possibile sarebbe auspicabile che ogni vostra comunicazione mi arrivasse solo un canale, quello della POSTA ELETTRONICA ovvero tramite e-mail.

Ogni mattina spendo circa due ore, se non di più a cercare qualche messaggio che magari ho letto il giorno prima di sfuggita, ma che non ricordo più dove l’ho letto (..ebbene si, l’età avanza e l’hardisk fatica sempre più a memorizzare) Sarà stato su Messenger?, WhatsApp?, Email? o sulla mia pagina di Facebook, no, non lo trovo, allora sarà sicuramente su instagram.

Pietà, ogni giorno questa ricerca spasmodica mi fa impazzire. Come sarebbe bello lavorare su un solo canale…Quale preferisco? l’email. Se non volete correre il rischio di non ricevere risposta cercate di scrivermi su: INFO@LOREDANATURCHI.CH (naturalmente tutto minuscolo). Ve ne sarei molto grata! 🙂

 

 

 

“POSSO PORTARE ANCHE IL FRATELLO PIÙ GRANDE….

“Posso portare il fratello più grande per il servizio newborn del piccolino?”

 

Ma certo, come si fa a rimanere indifferenti davanti a immagini piene d’emozione come queste?

Il fratello maggiore é il benvenuto, ma a dipendenza dell’età ci sono delle regole da rispettare. Se il bambino più grande ha più di 8 anni, ed è un bambino tranquillo, potrebbe restare per tutta la sessione, ma siete voi che conoscete meglio di me i vostri bambini e sapete se farlo stare in Studio per 3/4 ore é una buona idea. Ma se il bambino ha meno di questa età  é vivamente sconsigliato farlo restare per tutto il tempo.

L’ideale é che venga portato in Studio in un secondo tempo, appena abbiamo terminato di fare le foto al neonato. Un bambino che si annoia potrebbe compromettere la riuscita della sessione fotografica, disturbando il sonno del fratellino.

Se il bambino soffre un po’ di gelosia (cosa molto comune se sono ancora piccoli) cercherà in tutti i modi d’attirare l’attenzione facendo capricci o rumori improvvisi, magari sbattendo per terra un giocattolo.

Se invece arriverà quando sarò pronta per dedicarmi a lui, e vedrà che non é il fratellino ad attirare  la mia attenzione, tutto sarà diverso. E molto probabilmente sarà anche felice di collaborare, come il bambino della foto.

Quindi sarò felice di accogliere anche i fratelli più grandi per fotografie che entreranno nella “VOSTRA STORIA” di famiglia!

VORREI FAR FOTOGRAFARE IL MIO BAMBINO DI 3 ANNI

…MA SI RIUSCIRÀ A FARLO STARE FERMO, LUI ODIA FARSI FOTOGRAFARE?

 

Cari genitori, avete finalmente deciso di prenotare una sessione fotografica per il vostro bambino di 3 anni, ma adesso siete in preda a 3.000 dubbi:

 

“Stefano collaborerà? Farà il bravo? Come lo devo vestire? E se non si riesce a fotografarlo? Lui odia fare le foto……”

 

Alzi la mano se non vi è capitato anche a voi di avere almeno uno di questi dubbi. Vi posso garantire che è normalissimo.

 

“Ci teniamo tantissimo che vengano delle belle foto, abbiamo rimandato di mese in mese e finalmente ci siamo decisi. Vogliamo investire in qualcosa che con il tempo acquisti sempre più valore, perché il nostro Stefano merita il meglio”

 

Avete ragione, quale miglior regalo potreste fare a vostro figlio? Un dono che durerà una vita e che scerà di valore anno dopo anno. Allora come fare per far si che tutto vada per il meglio? Vi darò alcune dritte:

 

  • Non pressate il vostro bambino con frasi: Mi raccomando, fai il bravo, mamma e papà ci tengono tanto alle tue foto…Se farai il bravo poi ti compriamo un bellissimo regalo….devi ridere…non fare capricci….MA DITEGLI SOLO: Wow lo sai che oggi andiamo in un posto magico? Potrai vedere tante cose belle e giocare. Noi staremo li a parlare con Loredana o Lilly, mentre tu potrai divertirti
  • Durante il giorno del servizio non dategli cioccolata o dolci vari
  • Fate in modo che arrivi sazio e che abbia dormito a sufficienza
  • Scegliete un orario in cui difficilmente si addormenterà in auto (non c’è cosa peggiore che svegliare un bimbo che dorme beatamente)
  • Fatemi sapere se c’è una musica che ama in particolar modo o un dolcetto che gli posso offrire a fine sessione.
  • Scegliete con cura fra i suoi abiti qualcosa di semplice e neuto con i colori che vanno dal beige al marrone, e distendeteli sul letto e pian piano aggiungeteci anche i capi che volete indossare voi genitori. Se il tutto sarà di vostro gradimento, allora procedere e portate tutto.

 

Fatevi vedere entusiasti di venire nel mio Studio, non preoccupati o in ansia, altrimenti gliela trasmetterete anche a lui, che non capendo cosa sta succedendo potrebbe essere prevenuto e poco collaborativo.

 

Quando arriverà in Studio la sua reazione per me sarà sconosciuta ma normalmente lascio passare un po’ di tempo prima di prendere la macchina fotografica in mano, aspettando di vederlo tranquillo e a suo agio.

 

Se accetterete i miei consigli, vedrete che la giornata si trasformerà in qualcosa di molto piacevole e divertente.

IGIENE DURANTE IL SERVIZIO NEWBORN

“VORREI TANTO FAR FOTOGRAFARE IL MIO PICCOLO DA UN FOTOGRAFO…,

 

MA DOVRÒ FAR INDOSSARE AL MIO BIMBO DI POCHI GIORNI INDUMENTI CHE SONO STATI UTILIZZATI  DA  ALTRI NEONATI, FOTOGRAFATI IN PRECEDENZA?”

 

Domanda lecita, quindi oggi parliamo di IGIENE nel SET fotografico Newborn.

 

Dite la verità, siete in tante che vi fate questa domanda, ma in poche che la fate, forse perché vi sembra di offendere il fotografo e quindi rinunciate.  Ho deciso di rispondervi anche se non me lo avete chiesto.

 

Mantenere il locale dove viene eseguito il servizio newborn non è cosa da poco, ma è uno degli aspetti che distinguono uno Studio da un altro. Non bisogna dimenticare che è uno dei fattori più importanti della preparazione del Set. Il neonato di pochi giorni è sicuramente più esposto ai rischi derivati da fattori esterni, quindi bisogna avere la massima attenzione e cura nella preparazione del locale.

 

Grazie al fatto che ormai lavoro da più di quattro anni presso ben tre strutture sanitarie, nelle quali ho imparato molto sull’igiene e la cura dei neonati e ne ho fatto tesoro.

 

ORA VI SPIEGO COME MI ORGANIZZO IO:

 

Inizio la mattina dello shooting con la mia consueta igiene personale

(come tutti i giorni ma con maggiore scrupolo):

 

  • Una bella doccia
  • Deodorante inodore
  • Abiti puliti
  • Capelli legati
  • Niente profumi (odori intensi non sino amati dai neonati)
  • Unghie delle mani corte e senza gel
  • Disinfettante per le mani tipo Amuchina prima di prendere il neonato in braccio

 

 

 

STUDIO:

 

  • Dalla sera prima lascio acceso il riscaldamento a massimo (deve essere 28°)
  • Aspirapolvere su tutto il pavimento
  • Lavaggio del pavimento
  • Spolverare
  • Fornire i genitori di copriscarpe

 

 

ACCESSORI:

 

  • Un fasciatoi con tappetino mono uso (stavolta da gettare)
  • Salviette imbevute per il cambio del piccolo
  • Asciugamano
  • Tutti gli indumenti che saranno a contatto diretto con la pelle del bambino sono mono uso

(non che dopo vengono gettati via, ma lavati con un disinfettante tipo Napisan)

Una volta lavati, saranno riposti con cura in cassetti chiusi, a prova di polvere!

 

Cara mamma stai tranquilla, se deciderai di affidare il tuo bambino a noi, non dovrai temere nulla! Sarà trattato con tutte le cure e il rispetto necessari.